Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da settembre 14, 2008

Italia Nostra: Ecco i 10 luoghi più a rischio d'Italia

FONTE: ilvelino.it Roma, 17 set (Velino) - Dieci paesaggi simbolo, tra i tanti presenti in Italia, scelti per denunciare la continua minaccia che incombe sul patrimonio artistico, storico e culturale del paese. Parte così “Paesaggi sensibili” l’iniziativa di Italia Nostra per festeggiare il sessantesimo compleanno dell’articolo 9 della Costituzione che tutela il paesaggio e le bellezze storiche della penisola e che a partire dal 20 settembre porterà gli italiani alla scoperta dei luoghi che rischiano di scomparire. L’elenco stilato da Italia Nostra comprende, in totale, 46 luoghi sparsi in tutta Italia ma “abbiamo scelto dieci luoghi che rappresentano simbolicamente la ricchezza del patrimonio nazionale ma anche la varietà dei rischi che minacciano il nostro paese - spiega il segretario generale dell’associazione Antonello Alici -. Grazie alla nostra rete di oltre duecento sezioni sul territorio, invitiamo i cittadini a riappropriarsi del paesaggio proponendo in tutta la penisola

Fotovoltaico/ Ecco le banche che 'fanno credito'

FONTE: affaritaliani.it Le banche si sono avvicinate negli ultimi mesi al solare, convinte che le energie rinnovabili siano un’ottima opportunità di business (come finanziatore di un bene che gode di incentivi statali) e di (auto)promozione, in chiave marketing. Se un tempo era diffuso il credito al consumo per sostenere la corsa allo shopping, oggi è molto più cool dal punto di vista della comunicazione affiancarsi all’ecosostenibilità e all’efficienza energetica (che è un termine più accattivante della parola risparmio). Oggi sono davvero pochi gli istituti di credito che - complici le agevolazioni governative del Conto Energia - hanno rinunciato a tuffarsi in questo particolare settore. Si chiamano Welcome Energy, Credito Solare, Progetto per l’Energia questo tipo di offerte, i cui beneficiari possono essere sia le aziende, sia i privati cittadini. Le linee di finanziamento hanno durata che mediamente si spalmano su quindici anni, con punte fino a venti. La copertura spesso non