giovedì 18 settembre 2008

Fotovoltaico/ Ecco le banche che 'fanno credito'




Le banche si sono avvicinate negli ultimi mesi al solare, convinte che le energie rinnovabili siano un’ottima opportunità di business (come finanziatore di un bene che gode di incentivi statali) e di (auto)promozione, in chiave marketing. Se un tempo era diffuso il credito al consumo per sostenere la corsa allo shopping, oggi è molto più cool dal punto di vista della comunicazione affiancarsi all’ecosostenibilità e all’efficienza energetica (che è un termine più accattivante
della parola risparmio). Oggi sono davvero pochi gli istituti di credito che - complici le agevolazioni governative del Conto Energia - hanno rinunciato a tuffarsi in questo particolare settore.
Si chiamano Welcome Energy, Credito Solare, Progetto per l’Energia questo tipo di offerte, i cui beneficiari possono essere sia le aziende, sia i privati cittadini. Le linee di finanziamento hanno durata che mediamente si spalmano su quindici anni, con punte fino a venti. La copertura spesso non supera i 50.000 euro del valore, ma qualcuno riesce anche a offrire l’intero ammontare dell’impianto. Nel dettaglio andiamo a vedere qualche proposta.
Privati - La Banca Popolare di Vicenza, per esempio, offre proprio alle famiglie una nuova linea di finanziamenti che copre da un minimo di 5.000 euro ad un massimo 50.000. Per finanziamenti con garanzie fino a 30.000 euro è sufficiente la canalizzazione del bonifico riveniente da GSE, mentre per i finanziamenti di tipo ipotecario e per i chirografari di importo compreso tra i 30.000 euro e i 50.000 euro è obbligatoria la cessione del credito per atto notarile. I rimborsi sono con rate mensili o trimestrali. La linea di credito offre inoltre la possibilità di un prefinanziamento fino al 30% del valore dell'impianto per sostenere le spese di acconto avanzate dagli installatori. Banca Popolare di Vicenza inoltre offre la possibilità di sottoscrivere una polizza assicurativa "All Risks" contro i rischi diretti (furti, eventi atmosferici e incendi) e indiretti (fermo impianti per malfunzionamenti) per tutta la durata del finanziamento.
Il Monte dei Paschi di Siena ammette il finanziamento per interventi finalizzati alla realizzazione di impianti fotovoltaici fino al 100% della spesa (di norma non superiore a 1.500.000 €), con potenza compresa tra 1 kW e 1000 kW, di nuova costruzione, o anche rifacimento totale o potenziamento di un impianto preesistente. Gruppo UBI Banca (Banca Popolare di Bergamo, Banco di Brescia, Banca Popolare Commercio e Industria, Banca Regionale Europea, Banca Popolare di Ancona, Banca Carime, Banca di Valle Camonica, Banco di San Giorgio) sostiene le imprese ed i privati che intendono realizzare interventi concreti per incrementare l'utilizzo attento e consapevole delle risorse energetiche. In particolare il finanziamento ai privati (Progetto Città Mia) viene oggi offerto dalla Banca Popolare di Bergamo.Numerosi anche gli accordi in atto con realtà aziendale e associative.
Prestitempo - Gruppo Deutsche Bank ha siglato un accordo con la Suntechnichs per finanziamenti di impianti fotovoltaici. L'offerta: copertura totale degli investimenti, massima facilità di accesso e nessuna spesa. Intesa SanPaolo ha raggiunto un accordo con APER (Associazione Produttori Energia da Fonti Rinnovabili) che riserva agli Associati APER condizioni privilegiate di accesso al finanziamento a medio-lungo termine di impianti civili per la produzione di energia elettrica mediante impianti fotovoltaici, collettori solari termici, impianti per la produzione di energia da biomasse, impianti eolici, idroelettrici, di cogenerazione o rigenerazione e sistemi per il risparmio energetico.
Aziende - Il "Credito Solare" della Banca Popolare di Vicenza prevede per gli imprenditori delle linee di finanziamento a condizioni vantaggiose con una durata fino a 15 anni se di tipo chirografario e fino a 20 anni se di tipo ipotecario. Vi è la possibilità di un prefinanziamento fino al 30% del valore dell'impianto per sostenere le spese di acconto avanzate dagli installatori. È inoltre possibile prevedere un periodo di preammortamento iniziale della durata massima di 12 mesi. Per i finanziamenti chirografari l'importo massimo finanziabile è pari a un milione di euro mentre per quelli ipotecari è pari a 5 milioni di euro. I rimborsi sono a rate mensili, trimestrali o semestrali. Per facilitare il pagamento delle rate del finanziamento erogato e per l'accredito degli incentivi, l'Istituto ha predisposto anche un conto corrente a canone gratuito. MPS eroga un finanziamento che ha una durata massima di 15 anni (oltre preammortamento tecnico), compreso un possibile periodo di utilizzo di massimo 24 mesi.
Finanziamenti per l'utilizzo di fonti di energia rinnovabili e di materiali di bioedilizia alle imprese sono proposti da: Banca Popolare Etica che presenta una proposta di finanziamento per l'installazione di impianti per l'efficienza energetica e per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Banca Popolare Pugliese che offre dei finanziamenti agevolati per impianti fotovoltaici; San Paolo Imprese che offre finanziamenti per le imprese interessate al contenimento dei consumi energetici e alla garanzia dell'approvvigionamento.
Soldi alle imprese che realizzano impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica grazie ad un'iniziativa promossa da Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo (gruppo Intesa Sanpaolo) e Unione Artigiani e Piccola Industria di Belluno. Il progetto ha l'obiettivo di facilitare ed incentivare la progettazione, realizzazione e installazione da parte delle famiglie e delle imprese di impianti di produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica. Per queste finalità Cariparo mette a disposizione finanziamenti fino a 1 milione di euro a tassi particolarmente vantaggiosi, anche per il 100% del costo dell'impianto con una durata massima di 15 anni, cumulabili con eventuali contributi pubblici.
da http://www.e-gazzette.it/

Posta un commento